martedì 15 marzo 2016

5 MOTIVI PER CUI NON ALLENARSI CON UN ESPERTO FITNESS PUO' ESSERE DANNOSO

Rubrica: Parola ai Nostri Esperti



Se devi arredare la tua nuova casa, cerchi il miglior architetto!
Se hai bisogno di una consulenza medica, cerchi un medico specializzato!
E se devi fare attività fisica?
Nonostante sappiamo quanto sia importante fare attività fisica, viviamo in un mondo dove la sedentarietà è una delle cause primarie di sindromi metaboliche, obesità, diabete, ipertensione e alterazioni posturali.
Quindi dobbiamo “muoverci”   e dobbiamo farlo nel modo giusto, facendoci consigliare e seguire dalle persone giuste.
Che sia sul campo di gioco, al parco, in piscina o nelle sale fitness dobbiamo far in modo che il nostro istruttore sia uno specialista del movimento, qualificato e competente.
Perché?
Andiamo ad analizzare solamente 5 tra gli innumerevoli motivi per cui non allenarsi con un esperto fitness può essere dannoso:

1-Il Trainer non esperto probabilmente non avrà seguito un percorso formativo coerente con il tipo di lavoro che sta svolgendo e magari ti “allena” per “sentito dire”, quindi non sarà a conoscenza della metodologia dell’allenamento e della fisiologia dell’esercizio fisico, nozioni fondamentali per poter seguire un cliente come personal o una sala corsi. 

2-Il trainer non esperto, non saprà prescriverti il giusto carico di lavoro, quindi potresti trovarti di fronte a due situazioni: un allenamento troppo pesante che potrà portarti (soprattutto se ripetuto) a sovraccarichi muscolo-scheletrici, oppure la situazione potrebbe essere opposta, il carico di lavoro non è allenante e quindi il tuo corpo non ha ricevuto quegli stimoli che nel tempo dovrebbero portarti verso un miglioramento funzionale ed un aumento della prestazione.

3-Il trainer non esperto non riuscirà a spiegarti quello che stai facendo e il motivo per cui lo stai facendo, per questo motivo il lavoro risulterà essere superficiale e poco soddisfacente. Nel lavoro “one to one” o nella sala corsi, il trainer deve spiegare il lavoro, dando riferimenti particolari se necessari, adattando la lezione o l’allenamento a casi specifici o che richiedono più attenzione, soprattutto se si tratta di persone che hanno subito traumi o che hanno problemi più o meno gravi e di qualunque natura. Il trainer deve avere le conoscenze per seguire tutte le persone, perchè tutti hanno il diritto di stare bene e di poter stare meglio.

4- Il trainer non esperto non saprà consigliarti l’attività giusta per te, non saprà indirizzarti verso un percorso logico in grado di soddisfare le tue esigenze, non saprà periodizzare il tuo allenamento. 
E sai cos’è a rischio? La tua salute.

5- L’esercizio fisico è un potentissimo farmaco che può portare a moltissimi benefici, per essere tale deve essere prescritto da uno specialista del settore che conosce le dosi, le quantità, le scadenze e anche le controindicazioni. 
E’ più facile di come pensi: per allenarti bene e stare meglio,devi scegliere il meglio.





A cura di Giulia Pagliaccia
Laureata in Scienze Motorie a Sportive.
Personal Trainer.
Terapista in ginnastica correttiva e posturale.